Appuntamenti

Appuntamenti

     2 - 9 LUGLIO Tenda di Evangelizzazione PORTO EMPEDOCLE                 Via CATANIA ore...

ADI LIS

ADI LIS

 Questa sezione contiene registrazioni video di culti con il supporto del linguaggio lis.

New Missions

New Missions

 New Missions ad Haiti dal 1983

Usato ma non approvato

Usato ma non approvato

Jehu, uomo dal cuore doppio

Diretta streaming

Diretta streaming

La Parola della Vita Domenica ore 11:20 circa

Traduzione simultanea

Traduzione simultanea

“... perché sei stato immolato e hai acquistato a Dio, con il tuo sangue, gente di ogni tribù,...

Il peso del giudizio

Il peso del giudizio

Nell'ottobre del 1994 ho dato la mia vita a Gesù Anzi, posso testimoniare che Dio mi abbia...

Classe Ragazzi - Paradiso e Inferno

Classe Ragazzi - Paradiso e Inferno

 "Entrate per la porta stretta, poichè...spaziosa è la via che conduce alla perdizione...stretta...

Classe Adolescenti - Consacrati ad una chiamata

Classe Adolescenti - Consacrati ad una chiamata

 ~Il Signore venne, si fermò accanto a lui e chiamò come le altre volte:"Samuele, Samuele!"...

Classe Giovani - Entra nella tua cameretta

Classe Giovani - Entra nella tua cameretta

  E in verità vi dico anche: se due di voi sulla terra si accordano a domandare una cosa...

Catene da spezzare

Catene da spezzare

    "... Egli svegliatosi dal sonno, disse: "io ne uscirò come le altre volte, e mi libererò....

  • Appuntamenti

    Appuntamenti

  • ADI LIS

    ADI LIS

  • New Missions

    New Missions

  • Usato ma non approvato

    Usato ma non approvato

  • Diretta streaming

    Diretta streaming

  • Traduzione simultanea

    Traduzione simultanea

  • Il peso del giudizio

    Il peso del giudizio

  • Facciamo del bene a tutti

    Facciamo del bene a tutti

  • Classe Ragazzi - Paradiso e Inferno

    Classe Ragazzi - Paradiso e Inferno

  • Classe Adolescenti - Consacrati ad una chiamata

    Classe Adolescenti - Consacrati ad una chiamata

  • Classe Giovani - Entra nella tua cameretta

    Classe Giovani - Entra nella tua cameretta

  • Catene da spezzare

    Catene da spezzare

Stampa

Sana dottrina

“Ma tu esponi le cose che si convengono alla sana dottrina” (Tito 2:1).

Natura e valore della dottrina. La parola “dottrina” significa letteralmente “insegnamento” o “istruzione” e può essere definita come “le verità fondamentali della Bibbia ordinate in forma sistematica”. Prende anche il nome di “teologia”, invero “la scienza che studia Dio ed il Suo rapporto con il mondo”. Perché “scienza”? La scienza è lo studio e l’ordinamento sistematico e logico di fatti reali, e nel nostro caso, tratta fatti concernenti Dio e le cose divine in modo ordinato e logico. Esiste una stretta correlazione tra dottrina e religione. Quest’ultima prende il significato dal termine “legare”, invero il legame che c’è tra Dio e l’uomo, e la dottrina indica quelle attività che pongono l’uomo in relazione a Dio. Una dottrina si riconosce come tale perché è categorica e dogmatica (dogma: principio fondamentale intorno alla persona di Dio). A livello teorico la dottrina fissa dei principi, da cui deduce dei teoremi. I principi sono affermazioni incontrovertibili.

 

Il valore della dottrina. Troviamo scritto: “Studiati di presentar te stesso approvato dinanzi a Dio: operaio che non abbia ad esser confuso, che tagli rettamente la parola della verità” (II Timoteo 2:15). Realizziamo l’approvazione di Dio quando ubbidiamo alla “parola della verità” (rettamente) che deve essere, necessariamente, conosciuta. Quindi, è fondamentale conoscere ciò che Dio vuole dall’uomo ed essere sicuri che quella e non altra, sia verità. Alcuni tendono a svincolarsi dalla dottrina, ritenendola un “vincolo spirituale” alla libertà enunciata dal Vangelo. Costoro dicono spesso: “Non ha importanza ciò che l’uomo crede, purché agisca bene”. Ma l’uomo che ha la facoltà di esercitare il libero arbitrio, ha bisogno di una guida sicura per raggiungere i propri obiettivi. Cosa succederebbe ad una nave governata da un equipaggio che non conosca la rotta da seguire? Anche l’equipaggio più abile, senza una bussola, andrebbe a schiantarsi contro gli scogli. Le opinioni ferme formano un carattere forte e le opinioni chiare formano chiare convinzioni. La dottrina aiuta il credente a focalizzare la sua attenzione sulla verità e non sulle proprie convinzioni. La dottrina non sostituisce la religione (invero il rapporto con Dio) ma la rende solida, incrollabile e sicura. La spina dorsale non è il corpo, ma lo sostiene e lo mantiene ritto in piedi, similmente, la dottrina ci aiuta a non vacillare nella verità.

 

La dottrina preserva dall’errore. Le stelle esistevano prima che l’uomo perfezionasse l’astronomia per poterle studiare. Inizialmente si aveva una conoscenza vaga dell’Universo, ora la scienza gli ha dato ordine. L’astronomia ha eliminato falsi concetti, superstizioni e persino stregonerie legate alle stelle. L’uomo ha persino creato una falsa scienza, chiamata astrologia, che assegna alle stelle il potere di determinare il futuro dell’uomo. In modo particolare, nel campo della religione, è necessaria la dottrina per formare l’uomo nella verità che lo renderà libero (Giovanni: 8:23). L’apostolo Paolo ci mette in guardia dai “falsi dottori”, che, maliziosamente, come emissari del diavolo, tendono a mettere confusione nella mente dei Cristiani. Per questo motivo, alcuni, seppur sinceri, si sviano dalla grazia(Osea 4:6).

Difendere la sana dottrina. Leggiamo ancora cosa ci suggerisce l’apostolo Paolo: “Perché verrà il tempo in cui non sopporteranno la sana dottrina, ma per prurito d’udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie” (II Timoteo 4:3). La tattica del “serpente antico” è sempre la stessa! Creare confusione nella mente dei Figli di Dio (si veda dialogo con Eva Genesi 3:1-5). La sua astuzia è tale da non attaccare direttamente, bensì di seminare nella mente il dubbio e “l’interpretazione” affinché il Corpo di Cristo si divida in sottili e, spesse volte, inutili posizioni teologiche. Così facendo, invalida l’unica ed immutabile verità rappresentata dall’unità del Corpo di Cristo (la Chiesa). Ogni vero Cristiano ha il dovere di praticare e difendere la dottrina contro gli attacchi del nemico. Essere prudenti, guardandosi dai falsi predicatori che, con parole lusinghevoli, tentano di carpire la buona fede dei semplici: “Ma quand’anche noi, quand’anche un angelo del cielo, vi annunziasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo annunziato, sia egli anatema” (Galati 1:8). Difendersi dalle false dottrine è altresì salutare. E’ triste notare come alcuni credenti siano sballottati qua e là da ogni vento e onda agitata dal mare (Giacomo 1:6). Il motivo risiede nella scarsità, in alcuni casi totale assenza di conoscenza biblica. Lusingati dalle parole, dai sentimenti, da atteggiamenti di dubbia carità, si lasciano fuorviare seguendo favole ingannatrici.

E’ ancor più triste notare come alcuni credenti siano così occupati a non “farsi imbrogliare” nel campo degli interessi personali, economici e corporali, e siano così superficiali e poco sensibili circa la cura del proprio spirito. Sebbene i doni di Dio siano largiti per la Sua misericordia, a noi consta l’obbligo di amministrarli con diligenza e sapienza divine: “Come buoni amministratori della svariata grazia di Dio, ciascuno, secondo il dono che ha ricevuto, lo faccia valere al servizio degli altri” (I Pietro 4:10). Quanto esposto ha valore anche in ambito comunitario. Tutta la Chiesa deve essere impegnata a difendere la sana dottrina, rigettando filosofie e pratiche che non la rispettano. Non dimentichiamoci che l’obiettivo del diavolo è seminare zizzania e confusione, specialmente tra i deboli, quindi senza alcuna esitazione dobbiamo eliminare dal nostro mezzo tutto ciò che non è dottrinale (cfr. Acan). Difendiamo la dottrina per essere difesi dalla dottrina.

Crescere nella sana dottrina. E’ altresì fondamentale sviluppare la conoscenza della sana dottrina. La minaccia di nuove filosofie che s’insinuano nelle nostre chiese è sempre presente. Come già precedentemente espresso, a volte, travestiti da angeli di luce (II Corinzi 11:12-15), questi emissari lusingano con parole ed atteggiamenti che hanno parvenza di legittimità e carità allo scopo di intrappolare i semplici e quanti hanno poca conoscenza. Due sono i modi per riconoscerli: Possedere una buona conoscenza delle Scritture nel loro insieme ed il discernimento degli spiriti. Cibandoci quotidianamente della Parola e sperimentando la Verità, possiamo ottenere la giusta conoscenza delle cose alte di Dio. Chiedendo e ottenendo il battesimo dello Spirito Santo, acquisiremo la sensibilità per distinguere gli spiriti al di là delle parole e dei fatti visibili (vedi episodio della serva dello spirito indovino (Atti 16:16-18).

Insegnare la sana dottrina. E’ compito di ogni credente insegnare la sana dottrina. I membri di chiesa con un comportamento conforme alla Parola e i ministrianche con l’esposizione della Parola. L’apostolo Paolo usa un tono perentorio con Timoteo affinché non cada nel timore o nel dubbio: “Ordina queste cose e insegnale” (I Timoteo 4:11). Viviamo in tempi in cui è rigettata ogni autorità considerata come reprimente della propria libertà. E’ una trappola diabolica sulla cui minaccia è necessario vegliare. Lo Spirito santo è ordine ed un atteggiamento troppo permissivo nei riguardi della violazione della sana dottrina, sprofonderebbe la Chiesa nell’anarchia e nel caos. E’ necessario dunque insegnare continuamente con coraggio e chiarezza (cfr. la creazione) la sana dottrina. Paolo, rivolgendosi ai credenti di Corinto, riferendosi al loro comportamento esemplare, li descrive come: “una lettera conosciuta e letta da tutti gli uomini” (II Corinzi 3:2). Ciò che rende autorevole un credente non sono le parole e neppure le imposizioni, ma il suo carattere fermo e soprattutto l’ubbidienza e la fedeltà alla Parola. In conclusione, vogliamo fare nostra l’esortazione del nostro Signore Gesù di rimanere fermi ed apprezzare, valorizzare, osservare, realizzare, praticare ed insegnare la sana dottrina, perché i tempi dell’apostasia si stanno avvicinando ed alcuni potrebbero scadere dalla grazia: “Ed allora, se alcuno vi dice: il Cristo eccolo qui, eccolo là, non lo credete; poiché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno segni e prodigi per sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti. Ma voi, state attenti; io v’ho predetta ogni cosa.” (Marco 13:21-23). Voglia Iddio preservare la Sua Chiesa.

Pastore Raffaele Lucano