Stampa

Classe Giovani - Entra nella tua cameretta

  E in verità vi dico anche: se due di voi sulla terra si accordano a domandare una cosa qualsiasi, quella sarà loro concessa dal Padre mio che è nei cieli. Poiché dove due o tre sono riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro». Matteo 18:19-20

 

 

C'è tra di voi qualcuno che soffre? Preghi. C'è qualcuno d'animo lieto? Canti

degli inni. C'è qualcuno che è malato? Chiami gli anziani della chiesa ed essi

preghino per lui, ungendolo d'olio nel nome del Signore: la preghiera della

fede salverà il malato e il Signore lo ristabilirà; se egli ha commesso dei

peccati, gli saranno perdonati. Confessate dunque i vostri peccati gli uni agli

altri, pregate gli uni per gli altri affinché siate guariti; la preghiera del giusto

ha una grande efficacia. Giacomo 5:13-16

 

Questo è il tema che abbiamo meditato sabato insieme alla classe giovani

della scuola domenicale. Ci sono stati tre punti focali; il primo è il potere

della preghiera che evidenzia l'essenzialità, per il cristiano, della preghiera.

Non vista soltanto come un dovere cristiano, ma prima di tutto come un

bisogno. Ogni giorno abbiamo bisogno della sua guida e della sua presenza.

Ma tu, quando preghi, entra nella tua cameretta e, chiusa la porta, rivolgi la preghiera al Padre tuo che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, te ne darà la ricompensa. Matteo 6:6

Il secondo punto è la paura della preghiera; a molta gente pregare può

incutere timore, in quanto è difficile essere onesti, confessare i propri

peccati a Dio. Perciò molti non pregano, e meno lo fanno meno ne sentono

il bisogno. Infine, il terzo punto: quando la preghiera è una lotta. Proprio nel

momento in cui ci accostiamo in preghiera puntualmente Satana ci attacca,

cerca di distoglierci in qualunque modo, con qualunque cosa o pensiero.

Quindi dobbiamo essere in grado di disciplinarci, altrimenti cadremo nella

sua trappola. Possiamo resistere solo grazie al nome e al prezioso sangue di

Cristo Gesù, che ha dato la sua vita per noi

Siate sobri, vegliate; il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare. Resistetegli stando fermi nella fede, sapendo che le medesime sofferenze affliggono i vostri fratelli sparsi per il mondo. I Pietro 5:8,9.

Chiediamo a Dio più forza, più fede, per amarlo, onorarlo e servirlo come

Egli desidera e merita.

 

Dio ci benedica!

 

Stefania Maltese

Classe Giovani - Scuola Domenicale Agrigento